skip to Main Content
Per contatti e informazioni: giulio.levi@gmail.com
Recensioni
1. Venditempo (Orecchio Acerbo Editore, 2004)
2. XJ7K – dallo spazio alla casa bianca (Falzea editore, 2005)
3. Storie del 3° millennio (Campanotto editore, 2006)
4. Maghi, pesci, scarpe parlanti…in 10 storie fantastiche (Einaudi scuola, 2006)
5. 1940 / 1945 Gioele, fuga per tornare, Fatatrac editore, 2007
6. Nebbia di streghe (Falzea editore, 2008)
7. La mia mamma guarirà (Falzea editore, 2008)
8. Salviamo il mondo (Fatatrac editore, 2009)
9. Il grande pesce d’argento (Fatatrac editore, 2010)
10. Millelire (Coccole e Caccole editore, 2011)
11. “Eravamo ragazzi” (Fatatrac editore, 2014)
12. Una vita sospesa 1938-1945 (Castelvecchi editore, 2016)
13. Il regalo magico (Coccole Books 2020)

Storie del 3° millennio (Campanotto editore, 2006)

Da Liber no. 75 Luglio-Settembre 2007, pagina 14
……Non parlo di racconti “classici” o famosi perché scritti da autori celebrati (vedi come esempio Pirandello) che hanno scritto per adulti, ma di racconti scritti espressamente per ragazzi.
Fra i più recenti Giulio Levi ne ha scritti sei di particolare attualità per i contenuti che sembrano rientrare nel genere fantascienza ma che di fatto affrontano, attraverso una particolare forza narrativa, i temi più attuali dei rapporti uomo-ambiente. Dove l’uomo non ci fa certo una bella figura come la realtà quotidiana continua a dimostrare. L’abilita di Giulio Levi sta proprio nel proporre, nella loro asciuttezza letteraria, storie che possono sembrare esclusivamente riservate a un ipotetico futuro e che invece, con sottile ironia e profonda conoscenza scientifica, coinvolgono l’attenzione e le emozioni del lettore.
Come tutti i racconti davvero interessanti, quelli di Giulio Levi offrono al giovane lettore la possibilità di venire a conoscere in poche pagine l’inizio e la fine della storia, senza dover aspettare tempi più lunghi (come richiede il romanzo) per conoscerne la conclusione.
La prerogativa dell’autore, in questo libro, è di usare un linguaggio di preciso rigore scientifico che rende la narrazione precisa e incalzante.
Roberto Denti