Print This Page

1940-1945: Gioele, fuga per tornare


Tipologia: libro illustrato
Illustrazioni: Maurizio A.C. Quarello
Anno: 2007 fuori catalogo
Distribuzione: chiedere a Giunti o Fatatrac editore o all'autore       
Prezzo:
€ 11
Editore:
Fatatrac Editore

 

Un viaggio a ritroso nel tempo, due generazioni sono passate, e l'autore trova la forza di ritornare alla sua infanzia per raccontare ai bambini di oggi, con le emozioni e le parole di allora, la storia della sua famiglia; siamo negli anni bui che vedono le leggi razziali applicate anche in Italia. Il racconto della fuga in Svizzera, basato su documenti originali e su frammenti di memoria, parla di brevi soste e spostamenti improvvisi, di campagne e città sconosciute, di campi profughi. Gioele, trascinato da eventi più grandi di lui, non capisce il perché delle partenze precipitose, dell'allontanamento dai genitori e dalla sorellina, di una vita che lo vede via via "ospite" di famiglie diverse, con abitudini e lingue a lui ignote. Un racconto intenso e emozionante ma lieve nella voce narrante, che riesce spesso a farci sorridere, pur nel pesantissimo contesto nel quale e inserito; brevi stacchi all'interno del testo ricordano al lettore le vicende storiche e familiari che il bambino non conosce (le leggi razziali, la guerra, 1'armistizio, i parenti soppressi nei campi di sterminio) e dalle quali i genitori tenacemente lo difendono. Gioele è tra i fortunati che ritornano, e ritrova con gioia la sua casa e i suoi giochi. Ma questo, si chiede e ci chiede lo scrittore, può essere considerato un lieto fine? Età di lettura: dagli 11 ai 16 anni.

Finalista-vincitore al premio "Città di Penne" del 2007

Primo classificato al premio "Il castello volante" del 2007

Primo classificato (giuria dei ragazzi) al "Premio della Basilicata M. Ventre" del 2008

Riconoscimento internazionale: inclusione nel bollettino annuale White Ravens della biblioteca internazionale dei ragazzi di Monaco che indica i 250 migliori libri pubblicati nel mondo nel 2007